Adesso tocca ad ognuno di noi

Articolo 30 della DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI
Nulla nella presente Dichiarazione può essere interpretato nel senso di implicare un diritto di un qualsiasi Stato, gruppo o persona di esercitare un’attività o di compiere un atto mirante alla distruzione di alcuno dei diritti e delle libertà in essa enunciati.

È l’articolo che chiude la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Tutti, Stati, singole persone o gruppi hanno l’obbligo di non porre in essere comportamenti o atti che abbiano come scopo la distruzione dei diritti e delle libertà fondamentali riconosciute dalla Dichiarazione. Tutti gli uomini nascono liberi e uguali, tutti hanno libertà di pensiero e di espressione, tutti sono uguali davanti alla legge e hanno il diritto alla vita, all’istruzione, alla salute, alla pace e a realizzare una vita degna.
Il Settantesimo anniversario della Dichiarazione Universale è stata occasione per ripercorrere i 30 articoli che la compongono e rimetterli al centro del nostro agire. Questi diritti costituiscono il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo. È quindi importante che nessuno Stato, gruppo o persona metta in atto comportamenti nocivi, e che ogni persona si senta chiamata a realizzare questi importanti obiettivi etici e sociali in grado di garantire un futuro di pieno sviluppo della civiltà.

SARA CIRONE GROUP SRL SOCIETA’ BENEFIT

Nessun commento

Invia commento