Il divieto di schiavitù.

Articolo 4 della dichiarazione dei diritti umani
Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.

Il divieto di schiavitù è tra i più antichi  tra quelli assodati dal diritto internazionale. Nonostante questo occorre estrema attenzione poiché sempre nuove e diverse forme di schiavitù vanno formandosi e sviluppandosi. Purtroppo ad oggi oltre 21 milioni tra donne, uomini e bambini sono soggetti a forme di schiavitù moderne e secondo i dati di 50forfreedom.org, al giorno d’oggi, ci sono più schiavi che in qualsiasi altro momento della storia umana. Traffico di essere umani, sfruttamento del lavoro per debiti, sfruttamento sessuale o lavoro domestico forzato sono solo alcuni esempi delle moderne schiavitù. È dunque estremamente necessario attuare il prima possibile il goal 1 dell’Agenda ONU 2030, ovvero porre fine alla povertà in tutte le sue forme, causa principale della schiavitù.
Lottare contro ogni forma di povertà e debellarla è un obiettivo fondamentale per assicurare alla civiltà non soltanto un futuro possibile , ma anche un presente sostenibile.

SARA CIRONE GROUP SRL SOCIETA’ BENEFIT

Condividi l’articolo

Lascia un commento

Cerca

Categorie

Seguici

Ultimi articoli