Premio Responsabilità Sociale d’impresa Emilia Romagna 2017

Premio Responsabilità Sociale d’impresa Emilia Romagna 2017    di Sara Cirone

Innovatori responsabili
Mercoledì 6 dicembre 2017. Stafer è stata premiata per il suo Report Integrato alla cerimonia per il Premio Innovatori Responsabili “Le imprese dell’Emilia-Romagna per gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030” presso Florim Gallery a Fiorano Modenese.

Hanno introdotto all’incontro: Fabrizio Binacchi, Direttore regionale sede RAI per l’Emilia-Romagna, Claudio Lucchese, Presidente Florim Ceramiche, Palma Costi, Assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma, Roberta Mori, Presidente commissione regionale, Parità e Diritti delle Persone.

Sono intervenuti: Pierluigi Stefanini, Presidente Unipol Gruppo, Presidente ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Andrea Pontremoli, AD Dallara Automobili, Presidente Associazione Muner-Motervehicle University of Emilia-Romagna.

 

Gli obiettivi del Premio Innovatori Responsabili
In riferimento alla Legge regionale 14/2014 – Innovazione, qualificazione e responsabilità sociale delle imprese, il Premio Innovatori Responsabili, giunto alla sua terza edizione, si pone l’obiettivo di riconoscere le esperienze di imprese e associazioni della Regione Emilia-Romagna che siano volte alla realizzazione della Responsabilità sociale d’impresa (secondo la Carta dei principi di responsabilità sociale della Regione Emilia-Romagna), dello sviluppo sostenibile, contribuendo all’attuazione degli SGDs-Sustainable Development Goals indicati dall’Agenda ONU 2030 e all’evoluzione del territorio, delle persone e della civiltà.

Un impegno concreto che diventa esperienza e progetto
In questo contesto, la Regione Emilia-Romagna ha inteso premiare l’impegno riposto dalle aziende nei confronti delle tematiche dell’ambiente, della società, della comunità e della persona. Ma non solo.
La Regione Emilia-Romagna, infatti, ha voluto premiare anche la capacità delle aziende di concretizzare in prassi aziendali questo loro impegno. In questo senso, ha premiato la loro capacità di dare vita a un progetto che sia proprio sintomo e simbolo di una nuova consapevolezza che passa dal piano ideologico al piano dell’azione.

Una crescita di valore
Per questo, la Regione Emilia-Romagna ha valutato fondamentale premiare quelle aziende che si contraddistinguono perché nella loro crescita rispettano le persone e l’ambiente e quelle associazioni che consentono alle aziende di sviluppare strategie responsabili mirate a una riduzione degli impatti sociali e ambientali. Questo premio risulta allora di rilevanza fondamentale in quanto presuppone che le imprese sappiano trasformare un valore come l’impegno verso l’ambiente e le persone in un percorso concreto di responsabilità sociale d’impresa, in particolare: l’impresa per i giovani, l’impresa per il welfare e l’inclusione, l’impresa per l’ambiente, l’impresa per il territorio e la comunità. Le candidature al Premio sono state suddivise in categoria a seconda della tipologia o del numero di dipendenti, in particolare: categoria A, Start-Up; categoria B, imprese fino a 20 dipendenti; categoria C, imprese fino a 250 dipendenti; categoria D, imprese oltre 250 dipendenti; categoria E, Cooperative sociali; categoria F, Associazioni di Imprese e di rappresentanza senza scopo di lucro.

Stafer premiata per il suo Report Integrato
Questa non è la prima volta che Stafer partecipa al Premio Innovatori Responsabili. Due anni fa, Stafer ha ricevuto la menzione speciale con il progetto aziendale Stafer Card. Quest’anno, due anni dopo, Stafer torna al Premio e vince il primo posto nella sezione C (impresa fino a 250 dipendenti) con il suo Report Integrato con la seguente motivazione: << Comunicare per far capire come un’impresa riesce ad interagire col proprio territorio ed essere parte attiva della comunità. Stafer scommette sulla crescente consapevolezza delle diverse organizzazioni di farsi conoscere sempre meglio dai propri stakeholders e dal  “resto del mondo”. Da sottolineare con forza che lo fa offrendo l’opportunità di utilizzare metodologie e standard internazionali riconosciuti >>. Questo progetto risulta ancora una volta al centro di un evento di premiazione per la sua capacità di essere uno strumento di management di impresa prezioso per una visione strategica d’impresa, per una comunicazione trasparente verso tutto il mondo, oltre a rappresentare un alto livello di impegno nella responsabilità sociale d’impresa: un report infatti che sa evidenziare la piena adesione agli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 di Sviluppo Sostenibile nella creazione di valore dell’impresa.
L’impresa come luogo dove le azioni sono sostenibili, responsabili, evolutive nei confronti della civiltà tutta.

Un mondo dove l’impresa si adopera anche per il mondo della vita, si occupa della partecipazione, si impegna del delicato equilibrio tra materiale e immateriale.

Un nuovo management d’impresa comincia qui, ora, anche con il Report Integrato ma soprattutto con un’interconnessione coi cittadini di tutto il mondo per lo sviluppo della civiltà.

 

Nessun commento

Invia commento