Intervista a Viero Negri


Abbiamo intervistato il manager della Rete YouFM Viero Negri che sarà anche il moderatore dell’incontro del 24 maggio …

1- YouFM, di cui lei è Manager, è una rete d’impresa. Come mai ha deciso di aderire a questo concetto di rete, che oggi sembra essere fondamentale nella nostra società?

Il 1° agosto del 2013, è nata YOUFM, acronimo di Unconventional Facility Management, composta da sette aziende operanti nel settore del Facility Management e selezionate fra le top-player di mercato. La Rete YouFM vuole manifestare la propria professionalità nell’erogazione di servizi di alta qualità: il concetto di selettività diventa per noi un must. Selettività in relazione a diversi fattori quali capacità e qualità nell’erogazione dei propri servizi core, solidità dell’azienda e una profonda attenzione agli aspetti legati ai valori del fare impresa. Il primo documento realizzato dalla nostra rete è stata la “Carta dei valori e Codice Etico”, che abbiamo deciso di redigere insieme e che contiene i reali valori portati nel cuore da tutti. Da qui ci siamo resi conto che il fare impresa in maniera etica, virtuosa e quindi sostenibile era un principio per noi fondamentale e inalienabile.

 

2- Può spiegarci gli effetti positivi che la rete può sviluppare per i membri che ne fanno parte e per il mondo esterno verso cui rivolge i suoi servizi / attività?

I primi effetti positivi sono quelli percepiti dal cliente finale che può dedicarsi unicamente alla sua attività, senza preoccuparsi dell’erogazione dei servizi no-core. Da qui la piena soddisfazione del cliente, che, genera un rapporto con i nostri dipendenti e collaboratori fondato sulla fiducia, la stima e la collaborazione. Una persona che lavora serena e felice all’interno di un’azienda è una persona che sta bene e, di conseguenza, lavorando meglio e con piena soddisfazione, è più performante e produttiva. Tutti i giorni abbiamo l’obiettivo sempre chiaro e ben visibile che solo chi sta bene all’interno di una azienda ci resta per molto tempo. Questo è un elemento che il cliente percepisce costantemente attraverso il risultato di un servizio ben svolto.

3- Che cosa si aspetta che cambi o che avvenga a livello di sensibilità e di percepito sociale con l’evento YOUFM “CondiVivere la tua Azienda”, che sarà il 4° convegno YouFM?

Il principale messaggio che YouFM desidera veicolare attraverso i propri convegni è quello che si può e si deve fare impresa in maniera sempre più etica e sempre più responsabile, nel rispetto delle persone, del territorio e di tutti gli stakeholders. Il convegno YOUFM del prossimo 24 maggio è incentrato sulla sostenibilità e sull’economia circolare. I relatori che interverranno porteranno il proprio contributo nella sensibilizzazione di queste importanti tematiche attraverso la propria esperienza concreta, reale, tangibile ed attuabile, senza inutili chiacchiere. 

4-  SaraCironeGroup è un partner con cui ha sviluppato un’intensa collaborazione durante la preparazione e l’evento stesso di YouFM “CondiVivere la tua Azienda”. Quali sono le ragioni e le affinità di vision che legano YouFM con SaraCironeGroup?

Le aziende che fanno parte di YouFM sono aziende eccellenti e virtuose. Le aziende sono fatte da persone per cui le stesse persone che condividono i valori che ci animano tutti li trasmettono attraverso le aziende che rappresentano: il cerchio deve essere perfetto. Sara Cirone da anni lavora sulle tematiche della sostenibilità di impresa e divulgazione dei valori intangibili anche attraverso gli obbiettivi dell’Agenda Onu 2030 sia in contesti di impresa che istituzionali. 

5- Che cosa vede, dopo il convegno che ci sarà a breve, nel futuro di YouFM?

YouFM continuerà a svilupparsi sempre su due scenari: uno commerciale e uno di divulgazione dei valori di impresa. Lo scopo più immateriale e virtuoso sta nella diffusione e divulgazione dei valori di impresa etica e responsabile. Tale obiettivo lo sviluppiamo in primo luogo nei comportamenti che agiamo nella Rete YouFM, nonché attraverso il convegno annuale che organizziamo nel mese di maggio per sensibilizzare alle tematiche del fare impresa in maniera etica e responsabile. Da qui anche l’idea di creare un comitato scientifico stabile presieduto dal Prof. Paolo di Marco e composto da Sara Cirone, da Averardo Orta, oltre che dal sottoscritto.

Condividi l’articolo

Lascia un commento

Cerca

Categorie

Seguici

Ultimi articoli