Stafer Card: un valore riconosciuto e premiato dalla Regione Emilia-Romagna

Diapositiva1
Martedì 15 dicembre 2015 Stafer è stata premiata con menzione speciale per il progetto Stafer Card. La Regione Emilia-Romagna, in qualità di istituzione a supporto delle aziende, ha riconosciuto il valore di questa iniziativa nel contesto del Primo Premio sulla Responsabilità Sociale di Impresa.
Stafer Card è un progetto che pone al centro e prima di tutto le persone. Sono direttamente le risorse interne di Stafer ad essere state coinvolte per selezionare e indicare, tramite un questionario, le attività commerciali da convenzionare per ottenere vantaggi esclusivi nei loro acquisti quotidiani. Una delle innovazioni che contraddistingue Stafer Card rispetto agli altri sistemi di convenzioni è proprio nel fatto che durante il suo sviluppo progettuale è stato consapevolmente applicato un modello partecipativo che ha consentito di fidelizzare solamente gli esercizi commerciali del territorio di Faenza più graditi e più utili agli stessi lavoratori.
Stafer Card non è solo un caso di partecipazione collettiva aziendale, questo progetto resta un caso di riferimento di Responsabilità Sociale d’Impresa perché sviluppato da un’azienda metalmeccanica di piccole dimensioni (65 persone)  e capace comunque di coinvolgere un ampio numero di servizi non solo commerciali ma anche professionali come centri medici, studi legali, consulenza fiscale ecc., che hanno da un lato ulteriormente conferito alla carta un’aura di unicità e dall’altro ha consentito alle persone di avere un beneficio economico di valore. L’interrelazione col territorio e la condivisione sociale in questo senso, sono i valori che accompagnano il progetto in tutte le sue fasi, che determinano nello spirito della Stafer Card la capacità di evocare una concezione di etica sociale, finalizzata al bene e benessere delle persone e all’aumento della loro felicità. Questo legame con il territorio che ha coinvolto oltre 80 esercizi e servizi locali è un modo significativo di contribuire alla valorizzazione dell’economia di un determinato contesto. L’idea che si è concretizzata in questo progetto è quella di creare un circolo virtuoso tra l’azienda e i valori posti al centro della sua attività: le persone e il territorio. Stafer Card inaugura una rete di relazioni fruttuose attraverso un rapporto forte e duraturo.
Stafer Card sottolinea che un’azienda non produce solamente beni materiali, ma qualcosa che va oltre e che diventa valore immateriale e intangibile capace di generare vantaggio competitivo per l’intero sistema territoriale in cui l’azienda è radicata, ma diventa soprattutto valore etico, impatto sociale energetico e positivo.
La Stafer così rappresenta pienamente la nostra visione: contribuire al benessere delle persone e del territorio e inoltre raccoglie quello spirito contemporaneo ed emergente che viene definito consumo collaborativo o, col termine più d’uso comune, sharing economy, profilandosi come un modello economico basato su di un insieme di pratiche di scambio e condivisione. È un modello che pone particolare attenzione all’impatto che il consumismo classico genera sull’ambiente e sulla società. Cogliendo il reale beneficio di questo modello, inequivocabilmente legato al concetto di posterità tipico anche della visione sostenibile di Bruntland, Stafer è in questo senso un’impresa responsabile che lavora costantemente per migliorare il proprio impatto contribuendo a consegnare alle generazioni future un mondo più rispettoso dell’ambiente, dei sistemi economici e sociali. La Stafer Card rappresenta pienamente quello stile di vita attuale che basa le sue relazioni sulla fiducia, reciprocità, scambio e condivisione.
Nessun commento

Invia commento